SABATO 25 APRILE

CERIMONIA E FESTA IN ANTOLA

PARTENZA DA PIANCASSINA

 Difficoltà:  Escursionismo E
                                               Accesso: Usciti al casello autostradale di Busalla si prosegue per Casella e Avosso, dove si gira per la Valbrevenna. Giunti alla testata della Valbrevenna, si prende a destra la tortuosa diramazione per Senarega. Superata Senarega si trascura la diramazione per per Chiappa e si prosegue lungo la stretta strada, oltrepassando Roiale e giungendo quindi a Piancassina (mt. 1035).
Caratteristiche: E’ uno degli itinerari più brevi per raggiungere il Rifugio Parco Antola e per salire in vetta. Ma anche uno dei più suggestivi, sia in tarda primavera che in autunno.
Percorso: Dal parcheggio presso la chiesetta di Piancassina si imbocca una stradina sterrata con segnavia “tre pallini gialli”, che in breve lascia il posto ad un sentiero selciato. Salendo con una ripida serie di gradini tra vecchie fasce e bosco si raggiunge il villaggio di Lavazzuoli (mt. 1142), dove si trova un caratteristico agriturismo con possibilità di ristoro e pernottamento (“L’osteria del Sole”). Si continua su una ampia mulattiera e, poco a monte del villaggio, in corrispondenza di una curva splendidamente acciottolata nei pressi di una cascina, si incontra una biforcazione. Qui si gira a sinistra (il sentiero di destra, senza segnavia, conduce alla Cappella del Colletto o dei Bucci) e si sale in diagonale verso Nord in ambiente assai suggestivo, tra banchi di roccia, muri a secco e grandi faggi. Poco dopo, oltre un cancello, ci si congiunge con il sentiero proveniente da Chiappa: seguendo il segnavia “croce gialla” verso destra si raggiunge la Colletta delle Cianazze (mt. 1344) e da qui a sinistra si continua per il Rifugio Parco Antola e per il monte omonimo (mt. 1596).
Dislivello: 600 + mt.  Tempo: 4 ore circa Lunghezza: 10/12 Km
Dir. Gita:Giorgio Cetti cel. 3332961126