DOMENICA 31 MAGGIO

ALPICELLA – FAIE – ALPICELLA  (Anello)

Difficoltà: escursionistico (E)
Accesso: da Genova a Varazze con A10, quindi si segue SS1 e P542 in direzione di Via Alpicella e SP57 fino ad Alpicella dove si lasciano le automobili.
Caratteristiche: l’area del M. Bèigua riveste un notevole interesse archeologico.  Grazie alla grande intuizione del Sig. Mario Fenoglio (1921-2004), Ispettore Onorario della Sovraintendenza ai Beni Archeologici, che iniziò una campagna di scavo, in Località Fenestrelle, nel Riparo Sotto Roccia. Tra gli anni ’80 e i primi ’90, sono stati portati alla luce parecchi reperti, datati dal Neolitico Medio al Bronzo Finale, che sono conservati ed esposti nella piccola, ma ricca Mostra Archeologica Permanente di Alpicella “M. Fenoglio”. Da questa frazione di Varazze parte un interessante sentiero preistorico che culmina con una breve ma significativa “strada megalitica”, unica nel suo genere su tutto il territorio italiano. Non mancano poi spunti di rilievo naturalistico, dalla geologia (le pietre verdi del Gruppo di Voltri, testimonianza dell’esistenza di un antico oceano) alla botanica (dalla vegetazione riparia, alla macchia mediterranea, al bosco di faggio).
Percorso: da Alpicella (405 m), percorrendo verso Varazze un breve tratto di strada provinciale SP57, si arriva all’attacco di un sentiero (segnavia lettera D in rosso) che in circa 15 minuti, dopo aver attraversato il torrente Teiro su un bel ponticello in pietra costruito in architettura altomedievale (ma risalente al XVI secolo), conduce al Riparo Sotto Roccia (340 m). Dopo una prima sosta per la spiegazione, si rientra ad Alpicella per l’eventuale visita (occorre verificare la disponibilità) della Mostra Archeologica.  Quindi si attacca il sentiero “preistorico”, segnalato dalla FIE dapprima con un triangolo rosso, poi con la lettera N rossa fino a Ceresa da cui una breve deviazione porta al magnifico punto panoramico della Cappella di Sant’Anna (658 m). Ritornati a Ceresa, si prosegue verso est (sempre su sentiero N) fino alla segnalazione T rossa che indica un sentiero che, staccandosi verso SE, porta rapidamente sulla vetta del Monte Greppino (680 m), altro magnifico “balcone” con splendida vista sull’entroterra di Varazze dal Gruppo del Bèigua fino al mare e sull’arco alpino. Tornati sul sentiero N si prosegue fino ad incontrare la “Strada Megalitica”, quindi si scende, lungo un sentiero (segnavia croce rossa) delimitato all’inizio da un doppio filare di annosi faggi, in direzione sud fino a Le Faie. Scendendo per circa 300 mt. lungo Via Faie si raggiunge Cappelletta Faie (425 m), da cui si rientra ad Alpicella, dapprima seguendo un sentiero (segnavia quadrato rosso pieno) che aggira a sud e ad ovest il M. Greppino, poi percorrendo un breve tratto di strada. Nel corso dell’escursione si osservano altri interessanti monumenti preistorici oltre quelli citati.
Dislivello: 475 + mt.  Tempo: 4/5  ore  Lunghezza: 14  Km.
Dir. Gita: Claudio Vanzo cel. 3478372827 – Giorgio Cetti cel. 3332961126