DOMENICA 13 MAGGIO 

ANELLO DI  SAN PIETRO DEI MONTI  (DA TOIRANO)

Cliccare sul Link per vedere il percorso e il dislivello:→http://my.viewranger.com/route/details/MTYwNzExMw==                                        

Difficoltà:   Escursionistico (E)

Caratteristiche: Spettacolare ed avvincente itinerario sia per ambiente, a tratti selvaggio e solitario, sia per grandiosi panorami sulla costa ligure.

Accesso: Autostrada A12  Genova-Ventimiglia con uscita al casello di Borghetto Santo Spirito. Dopo il casello e la prima rotonda, si svolta a destra seguendo le indicazioni per Toirano e per le omonime grotte.

Percorso: Il percorso inizia presso il parcheggio delle grotte di Toirano. Lasciato  a destra l’ingresso delle grotte, si passa di fianco alla casetta delle guide per poi proseguire per sentiero sul fondo del vallone del Vero, seguendo il segnavia TA giallorosso. Ignoriamo ogni altra deviazione per giungere ad un grande sperone roccioso, superato il quale il sentiero ci conduce in prossimità di una cascatella, il cui salto viene evitato salendo con attenzione sulle roccette a suo fianco. Si perviene  ad una selletta, da dove il sentiero prosegue in zona solitaria ed appartata. Poi il bosco dirada e arriviamo alla bella radura erbosa del Prato della Casa (mt. 520), dove abbandoniamo il sentiero TA per seguire la mulattiera che sale a San Pietro (sentiero contrassegnato con segnavia “due lineette rosse (==)”. La mulattiera raggiunge un piccolo corso d’acqua, supera alcune panoramiche balze rocciose per uscire nello scenografico pratone che termina presso la grande ed antica chiesa di San Pietro ai Monti (mt. 891), in straordinaria posizione panoramica  sulla piana di Loano, sulla costa  e sulla sottostante piana del torrente Varatella. L’abbazia-chiesa, fondata attorno all’800 e donata da Carlo Magno ai Benedettini, (cui si deve anche l’introduzione della coltivazione dell’ulivo in Liguria) è ancora in buone condizioni, nonostante abbandoni ed incurie varie protrattesi nei secoli. Si prende il sentiero che si stacca sul lato orientale della Chiesa sino ad immettersi nel sentiero (contrassegnato con singolo bollo rosso) che prosegue anche su alcune placconate rocciose  del costone meridionale del monte Ravinet. Quindi il sentiero raggiunge i prati di Peglia (mt. 900) ove si incontrano alcune case: di qui si segue il sentiero marcato con un X rossa e successivamente i segnavia giallorossi del sentiero Tere Alte (TA). Scendendo si incontrano alcune “caselle” in pietra (tipico riparo dei pastori liguri). Proseguendo è possibile una deviazione che consente di raggiungere il punto panoramico del Bric Scotto che, in condizioni favorevoli, consente anche di vedere le Apuane, la Capraia, la Gorgona e la Corsica. Ripreso il sentiero principale si prosegue in discesa sino alla Chiesa di San Pietrino, dove si erge la splendida chiesetta in panoramica posizione. Di qui si abbandona il sentiero con la X rossa (che scende a Boissano) per proseguire verso la frazione Dari (segnavia == due lineette rosse), e successivamente il bivio per le grotte di Toirano. Si prende, dopo il bivio per le grotte di Toirano, un sentiero che sale a destra raggiungendo la caratteristica chiesetta di Santa Lucia. In prossimità della quale si può ritenere chiuso il percorso.

Dislivello salita: 950 mt. Circa     Tempo di marcia: 4/5 ore complessive

Dir. Gita:  Cetti Giorgio cel.3332691126 – Tonelli Bruno cel.3334117386

Cliccare sul Link ⇒https://www.gambeinspalla.org/gruppi_montuosi/alpi_liguri/anello_di_san_pietro.htm