SABATO 2 GIUGNO 

CIMA BAUSSETTI (mt. 2004)  in VAL CORSAGLIA

 Difficoltà:   Escursionistico (E)

Accesso: autostrada Savona-Torino con uscita a Mondovì

Caratteristiche: il Monte Baussetti sorge a nord del Monte Ciauiera sullo spartiacque tra le Valli Casotto e Corsaglia. L’itinerario si sviluppa inizialmente nel bosco di faggi, poi, oltre il suo limite superiore, attraverso estesi pascoli dove la vista di apre gradualmente a ventaglio dalla città di Mondovì al limitare della pianura e a parte del gruppo alpino sud occidentale.

Percorso: Si parte dal ponte in ferro sul torrente Corsaglia (945 mt.). Abbandonata la strada di fondo valle per il ponte Murato si segue la stradina che con qualche tornante raggiunge i casolari Borello (974 mt.). Da qui si prosegue verso sud est lungo la carrareccia che sale la destra orografica del Vallone del rio Borello. Passa quindi di fronte ad un isolato casolare (Dallas), attraversa il rio di Capanna Vecchia e raggiunge la casa Pian Manera (1118 mt.). La carrareccia, a fondo erboso, prende quota con numerosi tornanti lungo la Serra dei Lupi (antichissima morena laterale tra le più belle delle Alpi liguri), colonizzata da grandi faggi, scavalcadola a quota 1289 mt.; abbastanza malridotta, passa con percorso quasi pianeggiante di fronte ad un ricovero in muratura e termina il suo corso presso il rio di Capanna Vecchia a circa 1300 mt.. Circa 20 metri prima del ricovero (ometto di pietre e tacche gialle) si guada il rio in direzione della evidente mulattiera pianeggiante che taglia il pendio erboso dell’Alpe di Robert: raggiuntala (ometti di pietre) si prosegue verso nord ovest nella faggeta e si attraversa il piccolo rio Martinet. Da qui la mulattiera accentua la salita e sparisce poco oltre invasa da cespugli. A questo punto si attraversa verso sinistra un breve tratto umido per uscire dal bosco in un ampio prato. Ci si eleva su quest’ultimo attraversando un piccolo smottamento di terreno, si passa quindi presso tre ruderi e si svolta verso nord per salire sul crinale erboso a monte del Gias dell’asino. Ci si dirige quindi verso destra tra tratturi e solchi scavati dal passaggio dei fuori strada che portano alle semi interrate Celle di Robert. Qui una traccia che passa accanto a blocchi rocciosi affioranti gira verso sud sfiorando la modesta Cima Robert. Si continua ora verso meridione tra vaste macchie di rododendri sull’ampio crinale erboso Corsaglia-Casotto fino a raggiungere il tratto terminale dove si accentua la pendenza. Qui riappare una traccia di sentiero che passa accanto ad un recinto e raggiunge la erbosa cima della vetta (2004 mt.). Il ritorno si compie rifacendo in senso inverso lo stesso itinerario.

Dislivello salita e discesa: 900 mt.           Tempo di marcia: 5 ore                             

Dir. Gita: Geloso Giuliano cel.3334820077  – Carpaneto Rosalba cel.3451743020

Cliccare sul Link per vedere il percorso:→http://my.viewranger.com/route/details/MTYwNzc5NQ==