SABATO 21 MARZO

ISOLA  PALMARIA

Difficoltà:  Escursionistico (E)
Accesso: Linea ferroviaria Genova – La Spezia. Quindi autobus fino a Portovenere. L’isola può essere raggiunta in battello o in taxi da La Spezia o in battello da Portovenere.
Caratteristiche: L’isola Palmaria fa parte del Parco Naturale Regionale di Porto Venere ed è riconosciuto dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità.  Molti ed importanti endemismi del Parco li ritroviamo alla Palmaria. L’isola ha caratteristiche orografiche particolari: andamento dolce sul versante orientale, alte falesie calcaree sul versante occidentale, dove si aprono antri significativi come la famosa  Grotta Azzurra, visitabile anche in barca. Nell’isola, oltre a particolari tipi di flora protetta, sono ancora ben evidenti le cave ormai dismesse di marmo portoro, marmo nero con venature giallo-oro, estratto secoli fa anche dai Romani.
Percorso: Dall’approdo di Terrizzo si segue il periplo dell’isola in senso orario, in leggera salita, ammirando il Golfo dei Poeti. Si supera lo stabilimento balneare, il Forte Umberto I e la Torre Scuola. Si sale sul versante nord-Ovest poi si perde quota verso la splendida “cala del Pozzale,” secondo attracco dell’Isola circondato da colli ricoperti da pini di Aleppo, lecci lentischi, cisti e ginestre. A destra parte il sentiero per il Semaforo, una ampia traccia che sbuca davanti alle bianche pareti della Punta del Pitone. Era qui che veniva estratto il “Portoro”, pregiato marmo già utilizzato, come sopra detto, dai Romani. Il sentiero guadagna quindi quota, verso il panoramico Semaforo (mt. 186). A destra si arriva all’ex-fortificazione Cavour, oggi trasformata, nel C.E.A. (Centro di Educazione Ambientale) del Parco Regionale, destinata a scopi scientifici e didattici. Si prosegue su un sentiero stretto di fronte al promontorio dell’Arpaia, dove si eleva la chiesetta di San Pietro di Portovenere. Si perviene infine su una ampia mulattiera fino a Calata Alberto, da dove si può raggiungere il punto di imbarco di Terrizzo, da dove eravamo partiti.
Dislivello: 270 +. mt.  Tempo: 3/4  ore  Lunghezza: 10/12  Km.
Dir. Gita: Giorgio Cetti cel.3332691126