DOMENICA 08 DICEMBRE  

MANESSENO – CAMPORSELLA – FORTE DIAMANTE  (mt. 650).

Difficoltà:   Escursionistico (E)
Accesso:  Utilizzo del treno o bus da Sampierdarena sino Bolzaneto e quindi Manesseno.
Caratteristiche: Splendido punto panoramico sulle alture di Genova. Il forte, per i suoi bastioni a forma stellare e per la sua posizione è uno dei più suggestivi tra i forti genovesi. Nel 1800 fu protagonista di una famoso assedio, subito dalle truppe napoleoniche ad opera dell’esercito austriaco. In tale occasione il poeta Ugo Foscolo, che militava nella Guardia Nazionale Austriaca, prese parte alla difesa di Genova e si distinse nella battaglia del Diamante e nella riconquista dei Due Fratelli, venendo anche ferito ad una gamba.
Percorso:  Dalle vicinanze del mercato di Manesseno (palazzo della Polizia) si procede in direzione di Cremeno: e dopo un po’ all’altezza del bivio si procede per Camporsella. Da qui ci si dirige verso la Sella del Diamante ( mt.555) da dove, seguendo la vecchia strada lastricata che si innalza con una serie di tornantini,  si arriva infine  sul forte Diamante (mt. 650), splendido punto panoramico sulla Val Bisagno ad Est e sulla Val Polcevera ad ovest, nonché sull’Appennino e sul mare. Discendiamo al Forte Puin  (mt. 507), il cui nome deriverebbe da “ridotta dei pani”: anche se il Forte deve il suo nome alla sottostante baracca, detta di Puin, che in genovese significa Padrino, a significare che il forte era stato costruito “a protezione” dei due forti vicini (i due Fratelli). Dal Forte Puin proseguiamo per Forte Begato, Porta di Granarolo (seguendo il segnavia “tre pallini rossi”) e quindi Torre Monte Moro. Proseguiamo per il Forte Tenaglie, lo costeggiamo scendendo verso il Forte Crocetta e Belvedere, raggiungendo quindi Sampierdarena.
Dislivello S/D: 700 + mt.       Tempo di marcia: 5/6  ore         Lunghezza: 15  Km.
Dir. Gita: Giorgio Cetti cel.3332691126 – Rosanna Lini cel.3495560987