DOMENICA 30  SETTEMBRE

MONTE ANTOLA DA VEGNI

 Difficoltà:   Escursionistico (E/EE – La caratterizzazione EE è in funzione di alcune difficoltà di orientamento dovute a sentieri non ben videnti,  perchè non segnalati o infrascati e coperti da vegetazione).

Accesso: Autostrada  Genova-Milano con uscita al casello di Vignole-Arquata. Si prende a destra la rotabile per la Val Borbera. Si oltrepassa Cabella Ligure e si prosegue per Carrega Ligure fino ad incontrare la diramazione per Vegni (mt. 1053).

Caratteristiche: E’ un itinerario un po’ tortuoso, in alcuni tratti,  in una valle coperta di boschi, da cui emergono antichi villaggi in rovina. Il sentiero tra Ferrazza e Sella Banchera può presentare alcune difficoltà per la presenza di vegetazione invadente.

Percorso: Il percorso è indicato con il segnavia CAI bianco-rosso (242 fino a Reneuzzi, 243 fino alla Sella Banchiera, 245 fino alla Sella Est del Monte Antola),  ma sono ancora presenti il segnavia “cerchio giallo vuoto” (da non seguire dopo Reneuzzi) ed altri vecchi segnavia. Dal parcheggio di Vegni si segue la strada a destra verso la chiesa, trascurando i due sentieri che si staccano a sinistra e desta (CAI n. 240 e 245). Presso le ultime case di Vegni la sterrata da percorrere è delimitata da un corrimano che ad un tornate abbandona la rotabile per salire a destra lungo una faggeta. Scavalcato il contrafforte ovest del Monte Carmetto alla “Sella dei Campassi” (mt. 1142) si prosegue lungo il sentiero che si abbassa fino a quota mt.1100,  per poi riprendere a salire nel bosco. Tagliando a mezza costa il fianco destro idrografico della Valle dei Campassi si attraversano due ruscelli e si raggiungono i diroccati edifici dei Casoni di Vegni (mt. 1054). I villaggi di Casoni e Reneuzzi sono stati abbandonati nel corso degli anni Sessanta. Di qui si sale brevemente, poi si taglia nella boscaglia fino al suggestivo villaggio di Ferrazza (mt. 1111), in bella posizione. Il sentiero prosegue al limite superiore della borgata e, dopo breve discesa, raggiunge i ruderi del paese di Reneuzzi (mt. 1075). Piegando a sinistra presso la caratteristica “casa rotonda” si esce dal bordo. Seguendo il segnavia CAI 243 si passa accanto ad un abbeveratoio, si attraversa il Rio Sopei, e da qui la mulattiera diviene più ampia e sale nel bosco. Proseguendo si incontrano resti di piccola costruzione in legno, si scende di quota superando il Rio Garbando e tagliando nel bosco si perviene al bivio con il sentiero cai 243a. In breve si esce dal bosco e si guadagna la Sella Banchiera (mt. 1282), punto panoramico sull’alta Val Borbera, nonché crocevia di sentieri per l’Antola. Si susseguono altre sellette lungo la mularttiera sino ad arrivare alla Sella Est del Monte Antola (mt. 1544). Di qui si prosegue a destra lungo il sentiero CAI 200 che, salendo sullo spartiacque fra Borbera e Trebbia, conduce in breve alla sommità del Monte Antola (mt. 1597). Il ritorno avverrà per il passo delle Tre Croci, seguendo inizialmente il sentiero di crinale.

Dislivello salita e discesa: 660 mt.          Tempo di percorrenza: 4/5 ore

Dir.Gita: Giorgio Cetti cel.3332691126 – Raimondo Tiberi cel.3931707038

Cliccare sul Link ⇒ http://www.provincia.alessandria.gov.it/sentieri/index.php?whattodo=sentieri&file=galleria&id_sentiero=113

Cliccare sul Link per vedere il percorso:⇒http://my.viewranger.com/route/details/MTYxMzU4NQ==