DOMENICA 09 SETTEMBRE 

MONTE TAMBURA  (MT. 1895 – Da Campocatino)

Difficoltà:   Escursionistico (EE)

Caratteristiche: La regione Carcaraia che si pone sui versanti settentrionali del Monte Tambura rappresenta la più vasta conca carsica delle Alpi Apuane. E’ un mondo suggestivo, lunare ed affascinante al tempo stesso, ora spoglio e roccioso, ma nel passato ricoperto da selve di faggio, delle quali non rimangono che pochi alberi radicati alla roccia, poderosi e tormentati.

Accesso:  Autostrada  da  A12 Genova-Livorno e uscita Versilia (Viareggio), con prosecuzione per Lucca e Castelnuovo Garfagnana e quindi, Vagli di Sopra (Campocatino).

Campocatino è un luogo suggestivo tra i più belli delle Apuane ai piedi del monte Roccandagia:  nell’altipiano è ubicata una minuscola chiesetta ed alcune decine di case in pietra utilizzate un tempo come rifugio da pastori locali. Dal 1991 questo meraviglioso angolo di Garfagnana è diventato “Oasi naturale LIPU” in considerazione delle numerose specie di uccelli che vi vivono.

Percorso: Dalla piazzetta principale di Campocatino  (1000 mt.) ci si incammina sul sentiero CAI n.177 all’interno del villaggio, aggirando da destra l’esteso prato a forma di conca. Dopo due ore e mezza e senza particolari difficoltà si arriva al Passo della Foccolaccia posizionato sullo spartiacque della Tambura. Da qui si può  osservare tutto il litorale da Viareggio fino a Portovenere. In basso a destra, ad una distanza di un centinaio di metri si vede il Bivacco Aronte. Si sale a sinistra sul crinale, anche in questo caso senza particolari difficoltà, e dopo mezz’ora, si arriva in vetta al Monte Tambura (metri  1895). Sulla via di ritorno una deviazione conduce all’eremo di San Viano. Merita una visita questo suggestivo santuario ricavato all’interno di una grotta (mezz’ora tra discesa e risalita all’eremo). L’eremo di San Viano, minuscolo luogo di culto ricavato sotto un’alta e strapiombante parete rocciosa, che domina la conca di Arnetola è chiamata “il salto dei cani” perchè  tradizioni e  leggende dicono che da qui venissero gettati, per mandarli incontro a morte certa, i cani che non erano più utili ai loro padroni. Ritornati sul sentiero principale, dopo circa un’ora si raggiunge Campocatino.

Dislivello salita e discesa: 900 mt.           Tempo di marcia: 0re 6,30 circa            

Dir. Gita: Pierini Marco cel.3407755513 – Vigo Giuseppe cel.3474012117

Cliccare sul Link ⇒ http://www.ingarfagnana.it/content/monte-tambura-da-campocatino

Cliccare sul Link per vedere il percorso:⇒http://my.viewranger.com/route/details/MTYxMzU0OQ==