DOMENICA 15  MARZO 

PERCORSO COLOMBIANO: TERRAROSSA – SORI

 Difficoltà:  Escursionistico (E)
Accesso: Terrarossa di Moconesi, non distante da Gattorna in Val Fontanabuona. Strada statale della Val Trebbia, quindi galleria Bargagli-Ferriere e infine direzione Gattorna.
Caratteristiche: Una bella passeggiata/escursione in Val Fontanabuona, lungo le terre di provenienza di Cristoforo Colombo. Conosciuto un tempo anche come via «dell’ardesia» o via «del pane», questo è il percorso seguito dalla famiglia Colombo nel suo trasferimento da Moconesi a Quinto e preparato per il cinquecentenario della scoperta dell’America.
Il percorso corrisponde all’antica strada, pedonale e mulattiera, che dalla valle consentiva di raggiungere per la via più breve l’approdo costiero di Nervi.
Percorso: Si parte dalla piazzetta di Terrarossa di Moconesi dove sorge un singolare monumento a Cristoforo Colombo: una vela stilizzata con una targa in bronzo che ricorda suo nonno, “Johannes de Columbo de Moconexi”. Di qui parte anche il  “Sentiero dei Due Golfi”. Iniziamo il percorso dal cartello dell’ISC. Si scende tra le case e i campi, si attraversa il ponte medievale sul Lavagna e si prende la strada a sinistra salendo rapidamente nel bosco. Si cammina per un tratto accanto al Rio Ferà, si arriva al belvedere di Poggio Tribogna (mt. 285), quindi sul piazzale davanti al Municipio di Tribogna. Si prende il sentiero sulla destra che ci conduce nei pressi di Crocetta (mt. 380). Percorrendo nel bosco tratti con muretti e lastricato da residui di ardesia si passa vicino alle Cave Fighetti (mt. 480). Proseguendo si arriva allo spartiacque del Passo dei Casetti (mt. 553) dove si può ammirare un bel panorama, il ponte in legno e l’edicola con la Madonna dei Cavatori. Successivamente perveniamo al Passo di Castello Vecchio (mt. 538), al Passo delle Pozzette (mt. 558)  ed in fine a Colle Caprile (mt. 452). Si procede per Calcinara sino a Case Cornua  (mt. 622 ). Giunti a Case Cornua ci attende la Cappelletta dedicata agli Alpini. Posta in posizione molto panoramica ci ricorderebbe uno splendido paesaggio alpino, se non fosse per il mare che appare di fronte a noi.! Da case Cornua (nei pressi della Cappelleta degli Alpini) si prende il sentiero per Sori, contrassegnato con “due linee rosse verticali”:  sentiero che passa per per la dorsale del Monte Cassinea e del monte Castelletto ( mt. 565), pervenendo prima a Sant’Uberto (477) e poi a Sant’Apollinare, da dove si scende su Sori.
Dislivello: 400 mt.  Tempo: 4/5 ore  Lunghezza: 12  Km.
Dir. Gita: Giorgio Cetti cel.3332691126