SABATO 05 SETTEMBRE 

 PUNTA TRE CHIOSIS (MT. 3080)

DA PONTECHIANALE

 Difficoltà:   Escursionistico (E)
Caratteristiche: La vetta è un rilievo tondeggiante detritico, il cui punto sommitale è identificato da un ometto di pietra. Dalla cima si gode di una vista ravvicinata e dettagliata del versante occidentale del gruppo del Monviso, con particolare risalto per il Viso di Vallanta, il Visolotto, la punta Gastaldi, e la dorsale che scende dalla vetta del Viso alla  punta Caprera.
Accesso: Autostrada Genova-Torino con uscita a Mondovì, con successiva direzione Cuneo, Val Varaita, Pontechianale.
Percorso: A Pontechianale si costeggia il lago e si  entra in Maddalena, frazione di Pontechianale. Si parcheggia nell’ampio piazzale alla partenza della seggiovia (mt. 1614) che porta ai 2335 mt. della stazione di arrivo. Dalla seggiovia si segue la strada di servizio agli impianti che è individuata con la scritta “cresta Savaresch”.  Si prosegue fino a raggiungere la cresta poco sotto la cima delle Conce (2429 mt). A questo punto si gira a sinistra e si segue un sentiero che risale in cresta, aggirando alcune asperità sul versante della valle di Chianale; il sentiero percorre tutta la costa Savaresch, per una lunghezza di circa 3 km. offrendo una stupenda visuale sul versante ovest del gruppo del Monviso (Pelvo d’Elva, Pietralunga, Mongioia etc.). Si prende quota con un lungo traverso, finchè con un  ultimo tratto pianeggiante si aggira un costone e si sbuca su una panoramica sella a quota 2795 mt (ore 1,45): di fronte compare la maestosa mole della parete ovest del Monviso. Il percorso ora segue la cresta tenendosi sul versante di Pontechianale. Dopo una ultima sella il sentiero passa accanto alle rovine di un ricovero militare dell’Ottocento (2988 mt: h. 2.20) e ad un isolato fazzoletto erboso, poi piegando a sinistra su sfasciumi si arriva all’ampia conca sommitale che dà  il nome alla vetta (Chiosis, dal termine clot, significa conca elevata). Si perviene ad una croce metallica della Punta Tre Chiosis (3080 mt. H, 2,30 dalla seggiovia)  e successivamente alla cima identificata con un ometto di pietra. Il rientro si effettua sullo stesso percorso di salita.
Dislivello: 750 mt.  Tempo:  4 Ore
Dir. Gita: Aluffo Stefano cel.3493834613 – Geloso cel. 3334820077