DOMENICA 23   FEBBRAIO

SORI  – SANT’UBERTO  – RECCO

Difficoltà:   Escursionistico (E)
Accesso: Linea Ferroviaria Genova – La  Spezia. Discesa alla stazione di Sori.
Caratteristiche: L’escursione proposta è un giro super-panoramico sospeso tra mare e monti, sopra i tetti di Sori e Recco, in un classico ambiente naturale mediterraneo-ligure.
Percorso: Dalla stazione di Sori ci indirizziamo verso la chiesa di San Rocco da dove inizia il sentiero, contrassegnato con “due linee rosse verticali” che ci condurrà poi alla chiesa di Sant’Apollinare (mt. 259). Prendiamo la salita che parte dietro la chiesa,  proprio accanto al posteggio.  Il sentiero entra subito nel bosco per arrivare, dopo una decina di minuti, ad un piccolo spiazzo panoramico. Da qui, il percorso prosegue sempre più bello nella macchia mediterranea con prevalenza di erica. Raggiungiamo così il pilone che svetta altissimo davanti alla chiesetta di Sant’Uberto (mt.477). Il pilone è un monumento al Redentore del 1902. Abbattuto da un fulmine nel 1963 fu ricostruito tre anni dopo.  Si prosegue con splendidi panorami sui due versanti sino ad incontrare, dopo circa 20 minuti e prima del Monte Castelletto, un bivio. Invece che proseguire sul sentiero che porta a Case Cornua si prende il sentiero contrassegnato con “linea e cerchio rosso / =0= “ che ci condurrà  prima alla chiesa dell’Ascensione (mt. 266) e poi alla chiesa di Nostra Signora delle Grazie a  Megli (mt.112). Dal piazzale delle chiesa si ha uno splendido belvedere sul mare di Recco. Il Santuario Madonna delle Grazie  conserva un quadretto, in legno dipinto e dorato, che raffigura la Madonna con il Bambino in braccio e un melograno, simbolo cristiano della Passione di Cristo. È inoltre conservata una presunta reliquia, una spina della corona di Gesù, che secondo alcune fonti fu donata dal figlio di Fabiano Ageno – Giulio Ageno – reduce dalla Nona crociata dove partecipò come comandante di ventisette navi della Repubblica di Genova. La discesa su Recco ci conduce in Via alla Pineta ed in via del Pianello, pervenendo successivamente sul mare all’altezza di Punta Sant’Anna.
Dislivello: 500 + mt. Tempo: 4 ore  Lunghezza: 8/10 Km.
Dir. Gita: Giorgio Cetti cel.3332691126