DOMENICA 19 APRILE 

 VAL GARGASSA  (Anello)

 Difficoltà: Escursionistico (E)
 Caratteristiche: Un “sentiero Natura” del Parco del Beigua  che ci permette di visitare la selvaggia gola e di salire sulle soprastanti rocche di conglomerato, che offrono belle vedute panoramiche. Percorso ad anello, non lungo, ma interessante.
Accesso: In treno (linea Genova-Acqui Terme) fino a Rossiglione. In auto Autostrada A26 con uscita a Masone oppure  uscita Ovada e prosecuzione sino a Rossiglione. Da qui si segue per circa due Km. la strada provinciale per Tiglieto per scendere al campo sportivo, situato sul lato sinistro idrografico del torrente Gargassa, nei pressi della cascina Gargassino.
 Percorso: Si segue il sentiero, contrassegnato con “due x rosse”, che fiancheggia il campo di calcio, procedendo tra gli alberi con piccoli saliscendi. Superati alcuni tratti rocciosi attrezzati con ringhiere e catene, il sentiero costeggia un prato recintato. Subito dopo si attraversa un piccolo bosco, poi si entra in una zona di conglomerato: il rio scorre tra alte pareti rocciose. L’ultima strettoia è dominata da un roccione strapiombante detto “ Muru du Gattu” (muso del gatto) che per causa di frane ha perso un po’ la sua tipica caratteristica. Attraversato il torrente il sentiero taglia poi per un tratto tra gli alberi sopra il torrente e quindi   entra nella conca di Veirera, dove si trova un bivio ( mt. 400). Si raggiungono le case abbandonate di Veirera ( il nome testimonia che anticamente in questa località si trovava un vetreria). Dal bivio  di Veirera invece che procedere sul  “sentiero natura” contrassegnato con “tre pallini gialli”, che procede verso destra prendiamo il sentiero contrassegnato con “due XX gialle” “che ci consente di vedere il “Barcun dra Scignura” (balcone della Signora), caratteristico foro in un contrafforte di conglomerato, attraverso il quale si scorge  il cielo, e anche una spettacolare bastionata di conglomerato nero con licheni, detto “Rocca Giana” (rocca gialla). Sempre procedendo sul sentiero delle due XX gialle, che costeggia il torrente Gargassa, arriviamo  al parcheggio nei pressi del campo sportivo, da dove eravamo partiti.
 Dislivello: 250 + mt.  Tempo: 3 ore  Lunghezza: 8/9  Km
Dir. Gita:  Giorgio Cetti cel.3332961126