DOMENICA 26 NOVEMBRE    

MONTE CARAVAGGIO (mt. 626) – RAPALLO .  Dalla RUTA DI  CAMOGLI.  

Difficoltà:   Escursionistico (E)

Caratteristiche: E’ un bel percorso che da Camogli (Golfo Paradiso) ci porta a Rapallo (Golfo del Tigullio).  La vista è particolarmente interessante su entrambi i golfi.

In particolare dal Santuario la vista si apre a 360° su panorami di eccezionale bellezza: a sud  il mare con i due citati golfi, il promontorio di Portofino e la Riviera di Levante, con Punta Manara e le Cinque Terre, a est Genova e il suo golfo e più in la la Riviera di Ponente, con Savona e le Alpi Marittime. Nelle giornate limpide la vista è proprio spettacolare.

L’ambiente naturale è tipico della splendida vegetazione mediterranea, fatta di querceti misti, pinete, radure e cespugli di erica arborea.

Accesso: FS Treno Genova-Spezia. Si scende a Stazione di Camogli e quindi autobus per Ruta.

Percorso: L’escursione ha inizio in corrispondenza della cosiddetta “Chiesa Millenaria” di Ruta.

Si tratta di un antico edificio di culto risalente al XIII secolo e fino al 1627 fu l’unica chiesa del paese. La costruzione presenta uno stile architettonico in arte romanica. Anticamente essa era dedicata all’Arcangelo Michele, attualmente invece è consacrata al Sacro Cuore di Gesù. La chiesa ha subito nei secoli molti interventi di adeguamento alle esigenze locali e di restauro in seguito ad eventi bellici ed incendi.

Il sentiero è contrassegnato da “due pallini rossi”. Costeggia prima il monte Esoli e si dirige successivamente verso il santuario, cui (evitando la cresta) si perviene con una salitina di 165 scalini.!!!!  Ma la vista è una bella ricompensa.

Il Santuario di Caravaggio si trova a mt. 615 sul livello del mare, sul monte chiamato “Orsena” o monte di Caravaggio, posto sul crinale che da Uscio porta sino alla sommità del Monte di Portofino.

Già nel 1645 sul luogo dove oggi sorge l’attuale santuario fu posta una croce, meta di un’annuale processione degli abitanti di Santa Maria del Campo; poco dopo si costruì la prima cappella dedicata alla Vergine Maria. All’interno di questa cappella fu posto, verso la fine del XVII secolo, un quadretto della Madonna donato dagli abitanti.

Per scendere su Rapallo prendiamo il sentiero contrassegnato con “linea rossa  e due bollini rossi” che prima passa sulle pendici est del Caravaggio, quindi su Benna e Cappella di San Giovanni. Arriviamo verso il ponte dell’Autostrada e successivamente in via San Tommaso e quindi a Santa Maria del Campo (mt. 25).  E di qui alla stazione ferroviaria di Rapallo.

Dislivello:  450  mt. circa                                      Tempo di marcia:  ore  4 circa

Dir. Gita: Carpaneto R. – Ciommei G.

Cliccare sul LINK: → www.openstreetmap.org/#map=15/44.3406/9.1702&layers=CN