Regolamento, Ambito di applicazione:

Si applica a La Rigantoca  e  a  La Mezzarigantoca

Modalità di partecipazione: la partecipazione è libera e aperta a tutti.

Caratteristica della marcia: non è competitiva e non ha carattere agonistico.  

Percorso: inizia dalla località del Righi (Ge), passa dalla vetta del monte Antola e termina a Caprile (Propata)

Certificato medico e idoneità fisica: per l’iscrizione è obbligatoria la presentazione di certificato medico che può essere, a scelta dell‘interessato, di idoneità all’attività sportiva di tipo non agonistico oppure all’ attività sportiva agonistica; entrambi in corso di validità. Il partecipante è inoltre tenuto a valutare, prima della marcia, che il proprio stato fisico, supportato da adeguato allenamento , sia tale da consentirgli di affrontare l’impegno  richiesto. Per i minori di 18 anni è anche obbligatoria autorizzazione scritta di chi ne esercita la patria potestà.

Condizioni meteo: la marcia si svolge con qualsiasi condizione meteo reputata  dall’Organizzazione idonea a non compromettere la sicurezza dei partecipanti. Ad insindacabile giudizio degli Organizzatori, in caso di  condizioni meteo ritenute o divenute pericolose per i partecipanti, la marcia può essere annullata alla partenza  o sospesa  in qualunque momento nel corso del suo svolgimento, senza restituzione della quota di iscrizione.

Modalità di partenza: è facoltà dell’Organizzazione predisporre partenze differenziate anche per categorie di partecipanti al fine di evitare sovrapposizioni sul percorso e/o consentire la migliore fruibilità dei servizi all’arrivo.

Cartellino di marcia: è istituito per il controllo e la sicurezza dei partecipanti. Deve essere ritirato  alla partenza e fatto punzonare alla partenza, presso tutti i punti di controllo sul percorso e all’arrivo. Deve essere esibito per poter usufruire dei servizi predisposti dall’Organizzazione, in particolare: ristori sul percorso, ristoro finale, pullman per il rientro a Genova. La sua mancanza  esclude automaticamente dalla marcia e dalla fruibilità dei servizi predisposti. La sua mancata punzonatura, anche se parziale, esclude il partecipante dalla qualifica di “finisher” (vds. di seguito“classifica e premiazione“).

Ritiro dalla marcia: il partecipante che decide autonomamente di abbandonare la marcia deve consegnare il cartellino all’ultimo punto di controllo raggiunto;  non sarà rimborsata la quota di iscrizione. La mancata segnalazione del ritiro volontario con la consegna del cartellino  obbliga l’ Organizzazione a ricercare il partecipante sul percorso, con il conseguente addebito delle spese per tale ricerca. 

Tempi massimi: la marcia, per motivi di sicurezza, deve svolgersi nei limiti di tempo prefissati; i partecipanti che giungono ai due cancelli di controllo fuori  tempo massimo sono obbligatoriamente fermati, come pure, a insindacabile giudizio degli addetti ai controlli, è fermato chi giungerà a questi due cancelli in stato psicofisico di evidente forte affaticamento. Anche in tali casi la quota di iscrizione non sarà rimborsata.

Equipaggiamento e attrezzatura: il partecipante deve presentarsi alla partenza equipaggiato in modo  idoneo per affrontare un lungo percorso in ambiente di media montagna e  per fronteggiare qualunque difficoltà e/o  ipotermia  in caso di brutto tempo.

Pertanto l’attrezzatura minima deve essere costituita da:

1) zaino/marsupio contenente riserva d’acqua;

2) riserva alimentare energetica;

3) calzature idonee  per marcia in montagna o sterrati;

4) un indumento idoneo ad affrontare eventuali abbassamenti di temperatura (maglione,giacca a vento o altro)

5) mantella o guscio impermeabile per affrontare l’eventualità di pioggia;

6) telefono cellulare tenuto acceso (per motivi di sicurezza);

7) sono consigliati bastoncini da trekking e lampada frontale I partecipanti non adeguatamente equipaggiati possono essere fermati alla partenza e/o lungo il percorso della marcia.

Comportamento sul percorso: la marcia si svolge per il 97% in contesti naturalistici che richiedono il rispetto di regole di civile convivenza che se disattese e segnalate comportano la fermata immediata del partecipante; esse sono:

1) divieto di lasciare sul percorso qualsiasi tipo di rifiuto;

2) obbligo di assistenza  a chi sia infortunato o in difficoltà, avvisando col cellulare o di persona il posto di controllo più vicino.

3) obbligo del massimo  senso civico e rispetto per gli altri, con divieto assoluto  di  spinte e/o sorpassi pericolosi tali da poter arrecare  danni all’ altrui incolumità.

4) obbligo  alla massima tolleranza  nei confronti di chi, più lento, può intralciare temporaneamente il sorpasso come pure obbligo alla massima sollecitudine nel consentire il sorpasso a chi è più veloce.

Classifica e premiazione: non sono previste. I partecipanti che completano il percorso (finisher) ricevono  una medaglia ricordo all’ arrivo.

Rilevazione dei tempi: è effettuata presso i punti di controllo esclusivamente a fini statistici e per controllo dei partecipanti. La tempistica non è comunicata; il partecipante interessato ai propri tempi provvede a rilevarli autonomamente.

Rimborso quota di iscrizione: è possibile al  100% o al 50% se richiesta rispettivamente 20 o 10 giorni prima del termine delle  iscrizioni ed  è al netto di eventuali commissioni bancarie. Non sono previsti rimborsi per ritiri o per fermi marcia imposti o per forza maggiore.

Accettazione del Regolamento: il versamento della quota di iscrizione implica insindacabilmente la sua accettazione.